Karina Chernova

Vi ricordate l’ultima volta che un ritratto vi ha lasciato senza fiato?!
Nel mio quotidiano girovagare tra siti dedicati alla fotografia, come 500px e Flickr, mi accade decine di volte di rimanere impressionato da scatti spettacolari (basta dare un’occhiata ai miei preferiti; ma ci sono particolari foto che rapiscono, come il colpo di fulmine per quella ragazza sul tram o quella canzone o quel film o quel libro (sì, insomma, mi avete capito)!

A me è capitato, fotograficamente parlando, qualche mese fa, scoprendo Karina Chernova, una 25enne russa, che si dedica a ritratti di figure femminili!

La fotografa predilige i primi e i primissimi piani: le sue splendide modelle vengono catturate nella luce naturale, più spesso nell’”ora magica”, il tramonto, o in interni, sfruttando la luce che filtra dalle finestre!
I ferri del mestiere di Karina sono una Nikon D90 e un 50mm 1.4 Nikkor, usato sempre alla maggiore apertura, che sfoca piacevolmente lo sfondo con un bokeh dorato e permette di indirizzare l’osservatore verso gli intensi sguardi delle bellissime modelle!

L’atmosfera onirica offerta dalle sue immagini, resa possibile anche dall’ambientazione naturale e dal sapiente uso della postproduzione, rende il suo lavoro qualcosa di unico in un genere, il ritratto femminile, nel quale è ormai molto difficile sorprendere. Ma Karina lo fa ad ogni scatto, e il colpo di fulmine scatta immediatamente scorrendo il suo profilo!


Il mio consiglio è di mettervi comodi davanti al computer, una tazza di tè in mano, Sea Change di B!eck come colonna sonora e di lasciarvi conquistare dagli scatti di Karina!


#42